Fabrizio Sferra
batteria


Nato a Roma il 9 novembre 1959. Inizia l'attività di batterista di jazz sul finire degli anni '70 e si afferma man mano sulla scena nazionale collaborando con prestigiosi musicisti italiani e stranieri, fra i quali: Enrico Pieranunzi, Massimo Urbani, Antonello Salis, Maurizio Giammarco, Pietro Tonolo, Rita Marcotulli, Stefano Battaglia, Chet Baker, Lee Konitz, Mal Waldron, Joe Pass, Johnny Griffin, Kenny Wheeler, Toots Thielemans, Paul Bley.
 
Significativa l'esperienza dall'83 al '92 con il pianista Enrico Pieranunzi ed il contrabassista Enzo Pietropaoli; il loro "Space Jazz Trio" si aggiudica fra l'altro, nell'88 e nell'89, i referendum della critica indetti dalla rivista "Musica Jazz", rispettivamente come miglior disco e migliore formazione dell'anno. A distanza di dieci anni, nel '98 e nel '99, gli stessi referendum vanno al "Doctor 3", trio creato da Sferra nel '97, con Danilo Rea al piano e lo stesso Pietropaoli al basso, gruppo tuttora attivo e che rappresenta fra l'altro, nel gennaio del 2001, il jazz italiano nella storica "Town Hall" di New York. In più di due decenni di attività, molti i festival internazionali ai quali prende parte, fra i quali: Umbria Jazz, Clusone, Ravenna, Roma, Berlino, Francoforte, Colonia, Madrid, Copenaghen, Nantes, Singapore, Nuova Dehli, Pechino, Chicago.
 
Progetti stabili attualmente, oltre al Doctor 3, sono: il "Trio Battaglia - Dalla Porta - Sferra", il quartetto "Changes" con Stefano Battaglia, Emanuele Cisi e Piero Leveratto, il quartetto di Maurizio Giammarco e Phil Markowitz, sempre con Leveratto, e il quintetto "Megatones" dello stesso Giammarco, Svolge attività didattica sul territorio nazionale con seminari e clinics collaborando, fra l'altro, con la scuola di Siena Jazz, con la S.Louis Music Academy e con l'Accademia Romana di Musica.
 



« artisti