Stefano Bagnoli
batteria


Batterista tra i più apprezzati e richiesti attualmente nel panorama jazzistico nazionale, conquistatosi l'appellativo di "Brushman" e autore del primo metodo didattico italiano sull'argomento spazzole, è attualmente impegnato (2006) con i seguenti gruppi: Paolo Fresu Devil Quartet - Paolo Fresu Italian Trumpet Summit - Francesco Cafiso Quartet - Franco Ambrosetti Quintet - Dado Moroni Trio - Gianni Basso Quartet - Andrea Pozza Trio - Enzo Jannacci Superband - Mario Rusca Trio - Paolo Jannacci Quintet - Diavolo & Acquasanta Duet (con Roberto Gualdi) - Alessio Menconi Standard Trio.
 
Inizia la carriera musicale, non ancora quindicenne, nel 1978 nel gruppo di Paolo Tomelleri sotto la guida di artisti come Ettore Righello, Sante Palumbo, Gigi Bagnoli, Shirley Bunnie Foy, Franco Tolomei, Marco Ratti, Lelio Lorenzetti, Glauco Masetti, Nando de Luca con i quali muove i primi importanti passi nel mondo professionale jazzistico, televisivo e d'orchestra e, parallelamente, in tre gloriose jazz band milanesi: la Original Lambro Jazzband, la Foggy City Jazzband e la Ticinum Jazzband storiche e autentiche portabandiera del jazz tradizionale con le quali è in tour in tutta Europa in diverse occasioni nel corso degli anni '80.
 
Nel 1980, dopo due anni di guida "batteristica" con Carlo Sola, entra al Conservatorio G.Verdi di Milano nel corso di percussioni con Franco Campioni che lo avvia, parallelamente all'attività jazzistica, ad un'importante e fondamentale esperienza Classica con l'Orchestra Sinfonica G.Verdi e con il gruppo "I percussionisti di Milano" diretti dallo stesso Campioni assieme ad Andrea Dulbecco, Carlo Boccadoro, Luca Gusella e Beppe Cacciolla.
Nel 1986, lasciato il Conservatorio e alimentando costantemente il proprio talento musicale sia in ambito jazzistico tradizionale che moderno, prosegue intensa la collaborazione in Italia e all'estero con i gruppi di Carlo Bagnoli, Sante Palumbo, Gianni Bedori, Bruno de Filippi, Sergio Fanni, Daniele Di Gregorio, Franco Finocchiaro, Roberta Gambarini, Antonio Scarano, Sandro Cerino, Emilio Soana, la "Capolinea big band" diretta da Giorgio Baiocco, il quartetto e la big band di Paolo Tomelleri, Renato Sellani, Marco Detto, Carlo Fava, i tedeschi Fritz Hartschuh, Gustl Meyer, Thilo Wagner e molti ancora.
 
Nel 1994 entra nel team di Enzo Jannacci affiancandolo in tutte le tourneè teatrali, nella discografia e nei programmi televisivi sino ad oggi.
 
Nel 2000 scatta la necessità di attuare una metamorfosi artistica e professionale mirata a contesti jazzistici meno ancorati alla tradizione, abbandonando così la maggior parte delle collaborazioni del passato, si rimette in luce nei gruppi di Mauro Negri (Trapezomantilo e JazzClub 4tet) Antonio Faraò Trio, Franco Ambrosetti 5tet, Massimo Moriconi Trio, Claudio Angeleri Pocket Big Band nonchè, come didatta, in molteplici realtà di corsi di specializzazione (Accademia di Percussioni di Soncino, CPM di Milano, Nuova Busto Musica di Busto A., corsi estivi "Isola Jazz" di Albarella).
Dal 2000 ad oggi (2006) saltuariamente rinnova la collaborazione con alcuni degli artisti con i quali ha militato a lungo in passato ovvero Carlo Bagnoli, Franco Cerri, Renato Sellani, Patrizia Conte, Dario Faiella, Emilio Soana, Paola Folli e altri con i quali sovente nasce l'opportunità di riunirsi in concerto o sedute discografiche come Furio Di Castri, Enrico Rava, Ares Tavolazzi, Fabrizio Bosso, Andrea Dulbecco, Riccardo Fioravanti, Bebo Ferra, Mauro Negri, Danilo Rea, Rossano Sportiello.
Festivals: tutte le manifestazioni nazionali e città italiane tra cui Umbria Jazz, Siena Jazz, Clusone Jazz, Iseo Jazz, Pescara Jazz, Ancona Jazz; festivals e tour in Norvegia, Finlandia, Svezia, Danimarca, Olanda, Caraibi (Guadeloupe) Cuba (l'Havana) Francia, Germania, Spagna, Austria, Svizzera, Jugoslavia, cinque edizioni del "Jazz on the Sea" International Cruise Jazz Festival"(1991-93-94-95-96) Argentina (Buenos Aires) Colombia (Bogotà) Estonia, Giappone (Tokio) New York (Top Italian Jazz 2006 at Birdland), Brasile (Ouro Preto "Tudo è Jazz 2006 ").
 
Collaborazioni internazionali: Clark Terry, Harry Sweet Edison, Benny Bailey, Buddy De Franco, Al Grey, Cedar Walton, Johnny Griffin, Slide Hampton, Carl Fontana, Bob Wilber, Keny Davern, Curtis Fuller, Chico Buarque, Jimmy Woode, Lee Konitz, Don Friedman, John Stowell, Claude Williams, Jimmy Witherspoon, Sam Most, Gene Conners, Buster Cooper, Lilian Bouttè, Rebecca Parris, Grey Sargent, Mark Elf, Red Holloway, Len Skeat, Tony Scott, Gunter Lenz, Dusko Goikovich, Jasper Thilo, Glenn Zottola, Ralph sutton, Steve Gut, Allan Vachè, Bob Havens, Ed Polcer, Jim Galloway, Dan Barret, Rebecca Kilgore, Adrienne West, George Robert, Chucho Valdes, Bob Mintzer, Peter Washignton, Erik Alexander, Sarah Jane Morris, Isla Ekinger, George Garzone, Bobby Watson, Scott Hamilton.

Dal 1980 ad oggi (2006) oltre un centinaio sono le incisioni discografiche con molti dei personaggi sopra elencati.
Stefano Bagnoli è sponsorizzato da "Zildjian" - "TAMA Starclassic" - "Zildjian brushes".
 
 
 



« artisti