Paolo Biasi
basso elettrico


Autodidatta, ha frequentato nell’estate del 2004 i seminari “Siena Jazz” studiando sotto la guida di Paolino Dalla Porta, Piero Leveratto, Marco Tamburini e Claudio Corvini.
Suona da più di 10 anni, nel bresciano e non, in numerosi gruppi di Blues, Funky e Jazz, collaborando o avendo l'opportunità di suonare con artisti come Emanuele Maniscalco, Dan Kinzelman, Francesco Bearzatti, Gianluca Petrella, Enrico Terragnoli, Kevin Russel, Walter Beltrami, Francesco Bigoni, Riccardo Biancoli, Simone Guiducci, Roberto Bordiga, Bruno Marini, Lorenzo Lama, Marino Fracassi, Luciano Poli.
 
 Nel 2000 entra a far parte dello Spiral Trio, con il quale collabora anche con la ballerina e coreografa Marina Rossi in spettacoli per i quali compone, con Filippo Pardini e Beppe Gioacchini, musiche originali. Nell’estate del 2002 con questa formazione partecipa alla rassegna di jazz di S. Pietro in Lucone, nella quale suonano artisti del calibro di Sandro Gibellini e Kyle Gregory.
 
Nell’estate del 2004 partecipa a due serate della rassegna “Jazz on the road” che vede in cartellone musicisti quali Emanuele Cisi, Luigi Bonafede, Barbara Casini e Sandro Gibellini.
La fine della stessa estate vede la nascita di un trio con Dan Kinzelman al sax tenore ed Emanuele Maniscalco alla batteria.
Da quattro anni fa inoltre parte del gruppo Henry & the Blue Train (insieme ad Enrico Sauda, Arki Buelli e Simone Boffa), che vanta degli opening act per bluesmen di fama internazionale quali Robben Ford, Scott Finch, Sugar Blue, Paolo Bonfanti, Jono Manson e John Popper (armonicista dei Blues Traveler).
Nel 2006 entra a far parte del quartetto di Emanuele Maniscalco con Francesco Bearzatti al sax tenore ed Enrico Terragnoli alla chitarra elettrica.



« artisti